Archivio della categoria: corsi

Serata sul Lupo: conosciamo meglio questo meraviglioso animale.

Vi invitiamo alla serata "Lupina" che l'associazione organizza per i Soci  Sabato 16 novembre 2013.
Lupi Giampereta
ECCO IL PROGRAMMA :
Ritrovo alle ore 19,00 c/o il Ristorante il Sassone  (località Giampereta n 23 - tel 0575 599069 vicino a Chiusi della Verna):
- ore 19.15 CONOSCIAMO IL LUPO:  Illustrazione, con il supporto di audiovisvi,  delle caratteristiche e dell'etologia del Lupo, comportamenti, curiosità e  situazione attuale della presenza dell'animale nel Parco.
20/20,30 CENA al prezzo di E 15, con il seguente menù fisso (adatto anche alle esigenze dei soci vegetariani):
crostini, affettati e formaggio pecorino,
tortelli alla piastra di patate, di ricotta e bietola, di zucca gialla e di cavolo
crostata alle more,
caldarroste con vinsanto,
bevande e caffè
22/22,30 WOLF - HOWLING : Tecnica di rilevamento della presenza del Lupo mediante emissione di ululati registrati e ascolto di eventuali risposte.
Grazie all'autorizzazione ricevuta dal'Ente Parco potremo far vivere ai nostri soci questa emozionante esperienza, considerando anche che Il periodo è uno dei migliori per ottenere risposte.
-23/23,30  termine della serata.
Posti limitati, prenotatevi tramite mail alla casella di posta dell'associazione (info@crinalidilegno.it)  entro mercoledì 13 novembre, in caso di raggiungimento del numero massimo di partecipanti le prenotazioni verranno chiuse anticipatamente. 
N.B. Ricordiamo che il costo annuale della tessera sociale è di e 10,00 ed è possibile associarsi anche la sera stessa.
 
Gruppo "allenamento" cervo al transetto

Resoconto corso riconoscimento ungulati e prova pratica sul campo

Venerdì 24 febbraio si è svolto regolarmente a Pratovecchio presso la Sede del Parco la seconda giornata del corso sul riconoscimento ungulati, al termine del quale i partecipanti hanno sostenuto il test di idoneità, la serata si è conclusa con una pizza alla quale ha partecipato anche il Direttore del parco Giorgio Boscagli; molti di noi si sono trattenuti pernottando nella foresteria di Montanino per partecipare alla prova di riconoscimento sul campo, del giorno dopo. Sabato sveglia di buon mattino, colazione e via, fuori ancora buio pesto ma al sorgere del sole davanti agli occhi un paesaggio straordinariamente bello: ancora tanta neve, cielo terso e temperatura primaverile. La prova ci ha consentito di mettere in pratica quanto appreso durante le lezioni e anche se gli avvistamenti non sono stati particolarmente numerosi gli "allievi" si sono dimostrati all'altezza della situazione!
Daini

Osservazione di daini (foto di Elisa)

Gruppo "allenamento" cervo al transetto

Partecipanti all'uscita di "allenamento" per il censimento del cervo al transetto

Orma di lupo

Orma di lupo (foto di Elisa)

Al termine ritorno verso Montanino breve sosta e schiacciata a Camaldoli, pomeriggio di relax, ma sempre vigili sul rifornimento della caldaia a legna che riscalda la foresteria, in questa attività di "fochista" il voto più alto spetta a Silvia.
Foresteria di Montanino

La foresteria di Montanino

Verso l'imbrunire partenza per la ciaspolata/camminata notturna (Valentino sei un grande! anche se con i piedi bagnati) dall'Eremo a prato alla Penna, tanta neve e serata meravigliosa per l'osservazione del cielo che, in questo periodo, si presenta particolarmente bello. Partenza ciaspolata Poi rientro affamati a Montanino dove, Andrea e Matteo, ci hanno fatto trovare il camino acceso e la tavola apparecchiata: a proposito a cena dovevamo essere sette ma in realtà eravamo dieci, visto che Andrea ha mangiato per quattro!
Cena a Montanino

Cena a Montanino

Domenica mattina ce la siamo presa comoda... poi passeggiata "forestale" verso Asqua, a pranzo di nuovo tutti insieme e, dopo aver "ripulito" a modo Montanino, ci siamo salutati dandoci appuntamento al "primo verde" per il censimento, non prima di aver fatto una capatina a Camaldoli per una fetta di dolce e un caffè. L'associazione ringrazia il Parco, Giorgio Boscagli, Andrea Gennai e Andrea Boscherini e tutti i soci partecipanti: Luciana, Sara, Silvia, Pasquale, Stefano, Valentino, Giuseppe, Elisa, Andrea, Matteo, Guido, Edoardo, Alessia, Francesco, Anna, Giuseppe e naturalmente Vanni, per la partecipazione al corso e si augura di avere tutti presenti al censimento. A questo proposito vi chiediamo di consultare il forum del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi per dare indicazioni sulla data oltre che tenervi "caldi" per il riconoscimento. Si invitano infine tutti i partecipanti al corso a lasciare nell'area commenti dell'articolo note, critiche e suggerimenti. Saranno tutti tenuti nel dovuto conto per poter migliorare alla prossima occasione!

Corso riconoscimento ungulati: prima lezione

Si è svolta regolarmente venerdì 17 la prima lezione del corso di riconoscimento ungulati. Stavolta le condizioni metereologiche non hanno creato problemi e finalmente il corso ha avuto inizio. Nella foto sotto i partecipanti con a destra, unico in maniche corte, il bravissimo docente Andrea Boscherini.
Corso riconoscimento ungulati, prima lezione

Corso riconoscimento ungulati, prima lezione

Venerdì prossimo la seconda e ultima lezione a cui farà seguito un fine settimana di pratica sul campo con escursioni finalizzate a cercare di mettere in pratica quanto appreso durante il corso. I partecipanti al corso, tutti soci della nostra associazione, superando l'esame finale, guadagneranno l'abilitazione necessaria per partecipare insieme alla Forestale e a personale del Parco a un'attività di stima della popolazione del cervo al transetto che si terrà al primo verde in primavera.
Cervo al tramonto

Corso di riconoscimento Ungulati: si comincia

Cervo al tramonto
Si comunica a tutti gli iscritti che il corso Riconoscimento Ungulati, propedeutico al censimento primaverile del cervo al transetto, inizierà venerdì 17 Febbraio e si articolerà su due giornate (17 e 24 febbraio). Il corso si terrà presso la sede del Parco a Pratovecchio (via G. Brocchi n 7) con il seguente orario 17,30 - 20,30. Si raccomanda la massima puntualità. Durante la prima serata concorderemo con i partecipanti anche le date per il censimento, inoltre ci organizzeremo per la prova pratica sul campo (facoltativa) che si terra nei giorni 25 e 26 febbraio, con possibilità di pernotto presso la foresteria di Montanino.

Il transetto, questo sconosciuto

Gli addetti ai lavori tendono come di consueto ad usare il loro linguaggio, e i profani come me si chiedono di cosa mai stiano parlando; ad esempio, cos'è in realtà un transetto? Posta la domanda, la gentile e bravissima Anna ha dato risposta, così chiara che non resta altro che riportarla integralmente. Il transetto (da transect) è un metodo di campionamento, quindi di indagine, che si utilizza in vari ambiti, anche se magari può essere definito con un nome diverso. Io l'ho visto applicato sia per gli animali sia per la vegetazione. Si tratta semplicemente di tracciare un segmento lineare e di vedere laddove questo interseca l'oggetto del nostro interesse, che viene dunque campionato. Dalla definizione teorica a quella pratica: - nel caso del lupo è un percorso, dove viene rilevata la sua presenza tramite le tracce (peli, fatte, urina, orme). - nel caso del prossimo censimento del cervo, sarà sempre un percorso lungo il quale verranno campionati gli animali avvistati. - per la vegetazione di un prato, si stende un metro e ad ogni intervallo prestabilito si guardano le specie che intersecano un ferro da calza che viene inserito nel terreno in quel punto - per la vegetazione arborea si segnano le piante che su tratto lineare di una decina di metri si trovano a poca distanza da un lato e dall'altro. Grazie, Anna. Vanni