Archivio mensile:dicembre 2013

Studio su Carnivori di interesse conservazionistico e gestionale nell’area del Parco (III fase)

Martedì 17 dicembre, nella sede del Parco a Pratovecchio, si è tenuto l’incontro sullo stato d’avanzamento del progetto: “Studio su Carnivori di interesse conservazionistico e gestionale nell’area del Parco”. 
Erano presenti il prof. Bernardino Ragni (Project leader) dell'Università di Perugia, il suo collaboratore Dorian Grelli, il direttore del Parco Giorgio Boscagli, il dott. Marco Mencucci del CTA-CFS e Giuseppe Paris e Andrea Corradini degli Amici del Parco.
Il progetto, che sta per giungere alla terza ed ultima fase, ha già dato dei risultati molto interessanti, come la presenza accertata della Martora (Martes martes) nell'area del PNFC.
Ad oggi con il campionamento degli escrementi è stata coperto più del 50% del territorio del Parco, grazie agli operatori dell'UNIPG, del CTA e ai nostri soci; con i transetti futuri si cercherà quindi di percorrere le zone rimaste momentaneamente fuori dall'indagine.
Fino adesso sono stati analizzati 149 campioni, di cui però un 30% circa è risultato non identificabile. Sui depositi fecali si cercano infatti le cellule dell'epitelio intestinale da cui risalire al DNA dell'individuo e capita normalmente che, da una certa quota di campioni, il DNA non sia estraibile: ad esempio se questi sono fortemente disidratati o al contrario eccessivamente umidi (con il rischio di sviluppo di miceli fungini), oppure se derivati da un’alimentazione composta principalmente da frutta (ciliegie, rosa canina, etc), è impossibile fare l’identificazione genetica. Quelli identificati (103) sono risultati essere volpe (56), faina (43) e martora (4).
L’obiettivo quindi è già stato centrato, poiché questi dati confermano, tramite supporto scientifico, la presenza della martora dopo quasi 15 anni di presunti avvistamenti mai realmente validati. Si attende però la fine del progetto per avere un primo quadro generale della presenza/ assenza di questo predatore all’interno dell’area protetta. Per adesso si può dire che sono stati riscontrati due individui nell’alta valle del Tramazzo.
Come già detto il campionamento, ad oggi, ha coperto la maggior parte del territorio del Parco, ma rimangono ancora delle zone che devono essere percorse.
Il professor Ragni si è complimentato per il buon lavoro svolto dall'Associazione, ricordando come il nostro aiuto è stato (e sarà) parte fondamentale dello sviluppo del progetto. Ringraziamo coloro che hanno contribuito e speriamo che la partecipazione sia ancora numerosa!
martora

Calendario 2014

Domenica 15 Dicembre presso la sede del Parco a Pratovecchio, vi aspettiamo dalle 16 in poi, per la presentazione del Calendario del Parco 2014, realizzato con le foto dei nostri soci. Da non perdere!! presentazione calendario 2014