Un primo aiuto concreto al Parco

Abbiamo realizzato un piccolo impianto fotovoltaico presso uno dei recinti di cattura di selvaggina nel Parco Nazionale; lo scopo era quello di prolungare al massimo l'autonomia delle batterie che alimentano i meccanismi di chiusura dei cancelli del recinto e, stando alle prime prove, sembra ben riuscito. Il Presidente ha coperto il ruolo a lui piu' congeniale di tecnico per il dimensionamento e l'installazione della parte elettrica; tutto lo staff ha collaborato attivamente all'installazione del sistema. Qualche foto illustra quanto fatto meglio di molte parole.

I pannelli montati sul tetto del casotto di avvistamento

Vanni installa i pannelli; sullo sfondo le due batterie

Giuseppe alla zappa

Giuseppe alla zappa

Anna alla zappa

Anna alla Zappa

Un attimo di pausa

Un attimo di pausa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *